Heart of the Beast, il regista di Suicide Squad David Ayer lavora a un nuovo film

Anna Montesano

David Ayer nuovo film

Si chiamerà Heart of the Beast il nuovo film di David Ayer. Il regista, meglio conosciuto per aver diretto Suicide Squad (2016), End of Watch (2012) e Fury (2014), quest’anno ha realizzato The Beekper con Jason Statham, che si è rivelato un successo sia per la critica che per il pubblico. Deadline annuncia però che il suo lavoro continua spedito con un altro film per Paramount Pictures dal titolo Heart of the Beast.

David Ayer al lavoro su un nuovo film dopo The Beekper: i primi dettagli

Il nuovo film di David Ayer sarà prodotto dal regista di La La Land e Babylon, Damien Chazelle. Al suo fianco, nel lavoro di produzione, c’è Olivia Hamilton. I due lavoreranno fianco a fianco sotto la loro bandiera Wild Chickens Productions, come parte del loro accordo di prelazione con Paramount. Ayer e Chris Long lavoreranno invece al progetto sotto la loro bandiera Cedar Park Entertainment. Cameron Alexander ha scritto la sceneggiatura e sarà anche produttore esecutivo insieme al co-produttore Richard Raymond.

Non ci sono al momento particolari dettagli sulla trama o sul cast del nuovo film Heart of the Beast. Tuttavia esiste una prima descrizione della pellicola, che recita: La storia segue un ex Navy SEAL e il suo cane da combattimento in pensione che tentano di tornare alla civiltà dopo un incidente catastrofico nelle profondità della natura selvaggia dell’Alaska.

LEGGI ANCHE: CONOR MCGREGOR, COMPENSO DA CAPOGIRO PER ROAD HOUSE: È L’ESORDIENTE PIÙ PAGATO DI SEMPRE

David Ayer e il no alla ayer Cut di Suicide Squad

A gennaio si è tornato a parlare di Suicide Squad per la possibilità dell’uscita di una Ayer Cut. Un vero sogno per i tanti fan del film, che speravano in una versione personalizzata dal regista. Inizialmente il progetto sembrava possibile, ma David Ayer ha infine confermato che la Warner Bros ha chiuso le porte a tale possibilità. Ho chiuso con la DC, ha scritto il regista in una serie di tweet abbastanza amareggiati. Basta. L’ho fatto, e ora sono molto triste. Starò bene dopo un bel pianto. È una ferita che deve rimarginarsi, ha quindi aggiunto.

Foto in copertina tratta dal profilo Instagram ufficiale di David Ayer.