Wolf Man, svelata la data di uscita del film reboot Horror

Anna Montesano

Wolf Man reboot cast uscita

Arrivano importanti aggiornamenti sul reboot di Wolf Man, tra cui la data d’uscita del film horror. Il produttore Jason Blum ha annunciato con un tweet che le riprese sono ufficialmente iniziate, spiegando che dunque i lavori per il progetto proseguono spediti.

Annunciato l’inizio delle riprese e la data di uscita del film reboot Wolf Man

Jason Blum ha condiviso una foto del regista di Wolf Man, Leigh Whannel, direttamente dal set del film. A questo scatto ha affiancato un messaggio col quale, appunto, conferma l’inizio delle riprese del reboot: Il primo giorno sul set di Wolf Man. Il regista Leigh Whannell nella foto qui. LFG!!!, ha scritto. La data di uscita del reboot Wolf Man è invece impostata al 25 ottobre di quest’anno, come riporta ComicBook.

Per Leigh Whannel è il secondo film della Universal Monsters, avendo già lavorato a The Invisible Man per lo studio, film che si è poi rivelato un successo di critica e commerciale. Inizialmente il film doveva avere come protagonista Ryan Gosling, ma la star di Barbie ha alla fine abbandonato il progetto a causa di divergenze creative. Ora, Christopher Abbott ha sostituito Gosling e Whannel è stato nominato direttore del progetto.

LEGGI ANCHE: WOLF MAN: JULIA GARNER ENTRA NEL CAST DEL REBOOT CON CHRISTOPHER ABBOTT

Oltre alla data di uscita e al fatto che anche Julia Garner di Ozark si è unita al cast del film, poco altro si conosce al momento del reboot di Wolf Man.

Wolf Man, le parole di Ryan Gosling prima di abbandonare il progetto

Quando Ryan Gosling era ancora coinvolto nel progetto, la regia avrebbe dovuto essere affidata a Derek Cianfrance, regista con cui l’attore ha lavorato due volte. All’epoca, Gosling aveva lasciato intendere che il coinvolgimento di Cianfrance era uno dei motivi principali per cui era coinvolto nel progetto.

Farei qualsiasi cosa con Derek, ma l’idea di fare qualcosa del genere sembra davvero eccitante, sono state le parole Gosling a Collider. È una novità per entrambi, ma in qualche modo sento che è una specie di film che abbiamo già realizzato alcune volte, ma in forma letterale. Ne abbiamo sempre realizzato la versione metaforica, ed è un po’ come l’opportunità di creare davvero la versione letterale di ciò che abbiamo hackerato, ha poi concluso.

Foto in copertina tratta dal poster ufficiale di The Wolf Man.