Manodopera in DVD, la recensione del film di Alain Ughetto in 5 Motivi

Andrea Aurora

Updated on:

Manodopera DVD Recensione Film

In un incantevole viaggio attraverso il tempo e le emozioni, il film Manodopera, ora in DVD, si presenta come un capolavoro cinematografico che produce una recensione dai toni magistrali. Il passato dei nonni piemontesi di Alain Ughetto è raccontato con la meraviglia della stop-motion, una tecnica in grado di far prendere magicamente vita ai personaggi. Il film, infatti, è in grado di toccare una serie di temi importanti, sociali e storici, attraverso la spensieratezza e l’ironia data dai personaggi animati. Preparatevi a toccare temi emotivamente provanti, all’interno di un coraggioso mondo ricco di sentimenti.

La recensione di Manodopera in DVD

Un’arte plastica, un mosaico di emozioni

La prima cosa che salta all’occhio durante la visione del lungometraggio Manodopera è la capacità del regista di trasportare gli spettatori all’interno di uno spaccato di vita reale e a tratti crudo, che però si dipana un tripudio di colori congrui con il periodo storico e personaggi animati che incarnano emozioni profonde. Infatti, la scelta della stop-motion e l’uso di pupazzi in plastilina donano al film una dimensione artigianale e avvolgente. Tutto è riprodotto con il massimo del dettaglio, dai piccoli cimeli dei nonni fino alle case e paesaggi che narrano una storia di sacrificio e resilienza.

Manodopera DVD Recensione Film

La mano che dialoga, un ponte tra generazioni

A questa incredibile tecnica, si unisce poi un altro elemento distintivo del film: la mano di Ughetto, che si inserisce in più scene del film con grande delicatezza nel racconto. Vi garantiamo che questo è un vero e proprio colpo di genio da parte del regista, che così facendo è come se prendesse lui stesso ancor più contatto con la storia narrata. Infatti, questa presenza umana all’interno di un mondo creato ad hoc, crea un dialogo intimo con i personaggi protagonisti, nonché parenti dello stesso. Le domande poste e le risposte ottenute rivelano una connessione profonda, rendendo il film un viaggio emozionante attraverso la memoria familiare.

Poesia tra sacrifici e sogni Infranti

Questa speciale connessione la possiamo definire come una ragnatela poetica fatta di intrecci storici e personali. Attraverso la storia di Luigi e Cesira, Manodopera sfida la mera commiserazione, portando sullo schermo uno spaccato di quella che è la dignità personale di ognuno di noi. Se è vero che la storia è fatta di vincitori e vinti, è anche vero che quest’ultimi sono spesso ricchi di amore e resilienza.

Note premiate e armoniche di Nicola Piovani

Il quarto motivo per cui vale la pena recuperare Mandopera in edizione DVD è senza dubbio la colonna sonora di Nicola Piovani. Essa si erge come un compagno perfetto per l’esperienza visiva offerta dal film e le dolci note, premiate agli European Film Awards 2022, cullano in modo armonioso gli spettatore lungo tutto il viaggio. I suoni infatti, enfatizzando tutta la potenza delle immagini.

Un’esperienza cinematografica pluripremiata e immersiva

Il film è stato presentato in anteprima al Locarno Film Festival e insignito del titolo di Miglior Film di Animazione agli European Film Awards 2022. Tutta la critica lo ha descritto come un’esperienza visiva coinvolgente e profonda, con la regia sapiente di Ughetto e l’eccezionale lavoro di David Roussel nella creazione dei personaggi che creano un mix unico nel suo genere. Il film, così come confezionato, abbraccia in modo incredibile la storia passata, a tratti presente, e porta tutti quanti noi a riflettere su come agire, nel nostro piccolo, per un futuro migliore.

Leggi anche: Mission Impossible Dead Reckoning – Parte 1, la recensione dell’edizione Blu-ray 4K UHD

Manodopera in DVD, le conclusioni

La recensione di Manodopera in DVD, in conclusione, non è semplicemente un’opera d’animazione; è un viaggio con al centro la vita umana e le sue radici, è un viaggio fatto di resilienza e amore. La maestria tecnica, la profondità emotiva e la capacità di trasformare il passato in un’esperienza tangibile rendono questo film una gemma cinematografica che cattura il cuore dello spettatore.

Noi tutti conserviamo dei ricordi di nostro padre, di nostra madre, un po’ dei nostri nonni, ma poi poco altro: tutto il resto appartiene alla Storia. La mia idea era quindi quella di tornare indietro nel tempo, intrecciando la mia memoria familiare ed intima con l’evocazione storica. 

Alain Ughetto

[naaa asin=”B0CLVW53J9″ template=”horizontal”]