Neil Gaiman e Henry Selick tornano a lavorare insieme dopo Coraline: qual è il nuovo film

Anna Montesano

neil gaiman nuovo film - Coraline

Con i grandi numeri ottenuti da The Sandman e Good Omens, non sorprende l’arrivo di un nuovo film, adattamento di un altro libro di Neil Gaiman. Ma non è l’unica notizia che riguarda il celebre scritto e regista, visto che tornerà a collaborare con il regista di The Nightmare Before Christmas Henry Selick per questo suo prossimo progetto.

le parole di neil gaiman sul nuovo film con henry selick

Il nuovo film si baserà sul romanzo di Neil Gaiman The Ocean at the End of the Lane. Henry Selick ha rivelato che il nuovo film con Neil Gaiman condividerà il DNA con la loro precedente collaborazione, Coraline, uno dei film d’animazione più amati della storia recente.

Invece di un bambino che va in questo altro mondo con una madre mostruosa, è una madre mostruosa che arriva nel nostro mondo per devastare la vita di un bambino, ha detto Selick a Variety. Ha inoltre affermato di considerare il film quasi un sequel di Coraline. Crede inoltre che The Ocean at the End of the Lane sia uno dei migliori scritti di Gaiman.

Henry Selick ha rivelato inoltre che si sta occupando dell’acquisto di concept art in giro per gli studi. Senza fornire dettagli su eventuali accordi particolari, ha suggerito che ShadowMachine (Pinocchio di Guillermo del Toro) e lo studio Coraline Laika fossero due ovvi favoriti per il progetto. Martedì, durante un panel all’Annecy Animation Festival, Selick ha affermato che Laika ha il miglior talento e le migliori risorse. Inoltre ha aggiunto che il CEO Travis Knight è un genio.

LEGGI ANCHE: THE SANDMAN 2, UN NUOVO TEASER DELLA SERIE TV NETFLIX ANNUNCIA I NUOVI PERSONAGGI: CHI SONO

di cosa parla the ocean at the end of the lane

The Ocean at the End of the Lane, come riportato da comicbook,  è stato originariamente pubblicato nel 2013. È incentrato su un uomo che torna nella sua città natale per la prima volta dopo anni, per partecipare a un funerale. Mentre è lì, riflette sulla sua infanzia e sulle storie fantastiche di una ragazza del posto. Quest’ultima riteneva che lo stagno dietro casa sua fosse un oceano. Il viaggio di ritorno porta con sé una marea di ricordi dimenticati o repressi.

Immagine in copertina tratta dal poster del film Coraline.