Lo stato delle cose, le curiosità e il DVD del film diretto da Wim Wenders

Anna Montesano

Lo stato delle cose dvd

Lo stato delle cose, ora in DVD grazie a CG Entertainment, è un film diretto da Wim Wenders e rilasciato nel 1982, che si distingue per la sua esplorazione della crisi creativa e identitaria nel mondo del cinema. Ambientato in Portogallo, il film segue le vicende del regista americano Fred, interpretato da Patrick Bauchau, e il suo team mentre si trovano bloccati in un remoto villaggio costiero, in attesa di risorse per completare il loro film. Attraverso uno stile visivo distintivo e una narrazione riflessiva, Wenders esplora le tensioni creative e personali dei suoi personaggi, offrendo uno sguardo intimo sul mondo del cinema e sulle sue sfide.

Lo stato delle cose, la trama del film

Lo stato delle cose racconta la storia di un regista americano di nome Fred, interpretato da Patrick Bauchau, e del suo team, bloccati in un remoto villaggio portoghese mentre cercano di concludere le riprese di un film. Tuttavia, si trovano ad affrontare una crisi finanziaria quando il loro produttore scompare misteriosamente con i fondi. La situazione diventa sempre più disperata mentre il team cerca di capire cosa sia successo e come possano risolvere la loro situazione.

Fred, insieme al suo assistente, cerca di mantenere viva la speranza e il senso di scopo, ma le tensioni aumentano tra gli altri membri del team. Nel frattempo, il confine tra la realtà e la finzione cinematografica si sfuma. I personaggi del film cominciano a riflettere sul loro stato di abbandono e incertezza, proprio come i loro creatori. Il film offre per questo una meditazione profonda sull’alienazione, sulla ricerca di significato e sull’essenza stessa dell’arte cinematografica. Attraverso il paesaggio desolato del villaggio e il senso di isolamento dei personaggi, Wenders crea un’atmosfera cupa e malinconica che riflette la loro lotta interiore e la loro disperazione.

Leggi anche: Lamb, le curiosità e il blu-ray del film diretto da Valdimar Jóhannsson

5 curiosità sul film

Tante le curiosità sul film Lo stato delle cose di Wim Wenders. Ecco alcune tra le più interessanti:

  1. Realtà e finzione sono strettamente legati nel film Lo stato delle cose. Così come accade nella storia narrata, anche nella realtà il film, girato in Portogallo nel 1981, ha incontrato numerosi problemi finanziari durante la produzione. Il labile confine si ritrova anche nel cast, che comprende attori non professionisti, come gli stessi membri della troupe cinematografica. Il tutto al fine di contribuire a conferire al film un senso di realismo e autenticità.
  2. Il film ha ricevuto una reazione critica mista al momento della sua uscita, ma è stato successivamente rivalutato come un esempio importante del cinema d’autore europeo. Va infatti sottolineato che ha vinto il prestigioso premio della Giuria al Festival di Cannes nel 1982.
  3. Lo stato delle cose è una metafora del processo cinematografico stesso ma sviluppato in modo minimalista. Wim Wenders utilizza questo approccio attraverso ampi paesaggi deserti e un senso di isolamento che riflette il tema della disillusione e dell’alienazione.
  4. Tante le ispirazioni della pellicola. Il film è al regista americano Samuel Fuller, come lo stesso titolo conferma, visto che è lo stesso del suo film The State of Things. Il film riflette anche l’influenza del neorealismo italiano, con una narrazione realistica e una rappresentazione autentica della vita quotidiana e dei conflitti umani. Wenders, infine, inserisce deliberatamente riferimenti al cinema di Michelangelo Antonioni. Cosa che accade soprattutto nel modo in cui esplora il tema dell’alienazione e della ricerca di significato nella vita moderna.
  5. La colonna sonora del film, composta da Jürgen Knieper, contribuisce a creare l’atmosfera malinconica e riflessiva del film.

Leggi anche: Ghost Dog – Il codice del Samurai: le curiosità e il blu-ray del film con Forest Whitaker

il DVD di CG Entertainment di Lo stato delle cose

Il DVD di Lo stato delle cose di Wim Wenders offre allo spettatore una serie di contenuti extra, utili per immergersi ancor meglio nella storia del film. Oltre alla versione cinematografica della durata di 117 minuti, presentata nel formato video 16/9 1.66:1, il disco include scene tagliate che permettono agli spettatori di esplorare ulteriormente il processo creativo del regista. Oltre alle scene extra, il DVD di Lo stato delle cose ha incluso anche il trailer originale del film.

Un ulteriore valore aggiunto è dato dal commento audio, che fornisce insight preziosi sulle scelte artistiche e narrative di Wenders durante la realizzazione del film. Il DVD è caratterizzato da tracce in Dolby Digital 2.0 che sono sia in italiano che in lingua originale. Ma non è tutto: nel DVD è possibile azionare i sottotitoli in italiano, possibilità che rende ancora più completa l’esperienza di visione, adattandola ad ogni necessità del pubblico. Grazie a tutte queste caratteristiche, il DVD di Lo stato delle cose si presenta dunque come un’edizione completa e immersiva.

Per maggiori informazioni circa l’edizione Home Video de Lo stato delle cose, vi invitiamo a visitare la pagina del prodotto sul sito ufficiale CG Entertainment.