Morgan Freeman denuncia l’IA: “Uso non autorizzato della mia voce!”

Anna Montesano

Morgan Freeman IA

Morgan Freeman ha ufficialmente denunciato l’IA. L’intelligenza artificiale è diventata un argomento di grande preoccupazione a Hollywood da quando gli scioperi della WGA e della SAG dell’anno scorso hanno messo l’accento sulla questione.

le parole di morgan freeman sull’ia

Nell’ultimo anno, molti attori famosi hanno denunciato le proprie preoccupazioni per l’intelligenza artificiale, dalla star della Marvel Clark Gregg, che ha testimoniato di fronte al Congresso l’anno scorso mentre esaminavano il No Fakes Act, a Tom Hanks, che ha avvisato i fan quando la sua immagine è stata usata senza il suo permesso in uno spot pubblicitario. Ora, il premio Oscar Morgan Freeman sta denunciando l’IA perché la sua voce è una scelta frequente per le imitazioni vocali da questa generate.

Il celebre attore ha scoperto un TikToker di nome @JustinesCameraRoll diventato virale per aver finto di essere la nipote dell’attore usando l’intelligenza artificiale per imitare la sua voce. Freeman ha allora pubblicato su X (twitter) un messaggio per affrontare la situazione. Grazie ai miei incredibili fan per la vostra vigilanza e il vostro supporto nel denunciare l’uso non autorizzato di una voce AI che mi imita. – ha scritto – La vostra dedizione aiuta l’autenticità e l’integrità a rimanere fondamentali. Grato. #AI #scam #imitation #IdentityProtection.

LEGGI ANCHE: DIDATTICA WEB, L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE NELLE SCUOLE GRAZIE A INTEL E JUNIOR ACHIEVEMENT ITALIA

fran descher sottolinea i pericoli dell’intelligenza artificiale

Durante la cerimonia di premiazione degli SAG Awards di febbraio, il presidente della SAG-AFTRA Fran Drescher ha tenuto un discorso e ha approfondito i pericoli dell’intelligenza artificiale come riportato dal portale comicbook.

Questo è stato un momento fondamentale nella storia del nostro sindacato che ha tracciato la traiettoria per molte generazioni a venire. Non spaventati ma coraggiosi, non deboli ma dotati di potere, non peones ma partner. – ha dichiarato DrescherDurante la lotta per un migliore contratto cinematografico televisivo, sono emerse idee globali. L’intelligenza artificiale ci intrappolerà in una matrice in cui nessuno di noi sa cosa è reale. Se un inventore manca di empatia e spiritualità, forse non è questa l’invenzione di cui abbiamo bisogno.

Immagine in copertina dal profilo Instagram ufficiale di Morgan Freeman.