Agents of Mystery: la nuova serie coreana Netflix è un mix di reality, mistero e commedia – La recensione in 5 motivi

Anna Montesano

Agents of mystery recensione

Abbiamo visto il primo episodio di Agents of Mystery, la nuova serie TV coreana targata Netflix, e siamo pronti a darvi la nostra recensione. Se pensate di essere di fronte all’ennesima copia di Squid Game o del più recente The 8 Show siete però fuori strada. Questo nuovo prodotto sudcoreano, pur seguendo la scia del successo delle due serie citate, parte da presupposti differenti, portando sullo schermo un’esperienza più leggera e divertente. Ma vale la pena vederlo?

Indice

Agents of Mystery: di cosa parla la serie TV

Prima di addentrarci nella nostra recensione di Agents of Mystery, è il caso di spiegare brevemente di cosa parla la serie. Sei personaggi famosi in Corea sono chiamati a risolvere una serie di misteri per la X Investigation Network. Si tratta di un’agenzia che si presenta attraverso una misteriosa voce. È questa a dare ai concorrenti gli indizi di base per risolvere, una ad una, le inquietanti missioni che poteranno all’arresto di colpevoli e al salvataggio di alcune vittime.

Agents of Mystery recensione

Risolvendo enigmi e cercando indizi, il tutto senza farsi scoprire da persone in carne ed ossa (aguzzini e complici), i sei concorrenti dovranno completare la missione. Questo dovrà accadere in un tempo prestabilito dopo il quale i sei non potranno più tornare alla base, rimanendo intrappolati nell’Escape Room.

LEGGI ANCHE: HIERARCHY, UN K-DRAMA INTRIGANTE E CON TUTTI GLI INGREDIENTI GIUSTI. LA RECENSIONE DELLA SERIE TV IN 5 MOTIVI

Agents of Mystery: la recensione della serie TV in 5 motivi

Un cast che funziona

Il primo punto che va sottolineato in questa nostra recensione di Agents of Mystery è il cast in gioco. Il game show coreano vede in scena dei concorrenti famosi in Corea. Non è una scelta casuale che tra loro ci siano attori e, soprattutto, due comici. I personaggi sanno come muoversi nello spazio e come interagire con ciò che li circonda. Il che rende la scena più godibile e divertente anche in momenti altrimenti vuoti.

Agents of Mystery recensione

Uno show per amanti di Escape Room ma non solo

Agents of Mystery si presenta sin da subito come un game show perfetto per gli amanti delle Escape Room. D’altronde, è proprio su questo che si fonda lo spettacolo: risolvere enigmi, rompicapi, codici particolari per poter uscire dal luogo e anche salvare delle vittime.

Uno show da vedere ma non da ‘giocare’

In questo senso, pur essendo interessante dal punto di vista del gioco, la serie coreana non permette al pubblico di interagire e poter concorrere nella risoluzione delle missioni. L’attenzione è spesso più sull’azione dei protagonisti che sugli enigmi, il che rende impossibile al pubblico capire bene cosa sta succedendo per entrare nel processo di risoluzione e gridare i propri consigli allo schermo.

Scenografie credibili

Il lavoro fatto nella costruzione delle scenografie è invece molto credibile e ben strutturato. Pur peccando di originalità su alcuni congegni – tipo porte segrete e interruttori nascosti – la scena del crimine appare inquietante al punto da creare tensione nei giocatori tanto quanto nei telespettatori.

Un mix di reality, mistero e commedia

Agents of Mystery risulta, quindi, una serie TV leggera per gli amanti del mistero e degli enigmi ma anche per chi vuole concedersi una visione senza impegno e divertente. L’elemento reality favorisce, sicuramente, questo risultato, rendendo la serie molto scorrevole.

LEGGI ANCHE: HOUSE OF THE DRAGON 2: NERI E VERDI TRA SANGUE, LACRIME E VENDETTA – LA RECENSIONE DELLA SERIE IN 5 MOTIVI

Vale la pena vedere la serie TV?

Unendo i punti della nostra recensione di Agents of Mystery, per noi la serie TV coreana è consigliata, come detto, a un pubblico che cerca un prodotto divertente e a tratti intrigante ma senza impegno.

Immagine nell’articolo dal poster ufficiale della serie, nell’articolo dal profilo Instagram Korea.